UN PERCETTIBILE BRIVIDO – Fenoglio, parola e musica

18.30 – 19.45
a cura di Centro Studi Beppe Fenoglio

“A mezzogiorno era sul dorso delle alte colline. A sinistra le Alpi ergevano le loro grandi spalle nude, a destra l’occhio dominava una vallata con fiume, lo stesso che più avanti bagnava la sua città: brillava pacatamente sotto il sole discreto ma fermo e sulle acquee trascorreva un percettibile brivido di postuma felicità estiva.”

Beppe Fenoglio, Primavera di Bellezza, Cap. XV. 

Il Tanaro è per Beppe Fenoglio ambiente, personaggio, fonte di ispirazione. Lungo le sue rive, i ragazzi di Primavera di Bellezza vivono ore di gioia, mentre al Partigiano Johnny tocca farci la guerra. Qualche altro langhetto lo sceglie addirittura come luogo per affogare una vita di stenti.

Le letture della giornata sono state scelte per leggere ad alta voce e ascoltare un insolito Fenoglio accompagnato dalla musica. Una piccola anticipazione della Maratona Fenogliana che, ormai da diversi anni, coinvolge molti appassionati dello scrittore albese.

Quest’anno, la maratona si terrà il 16 settembre e sarà dedicata al tema dell’acqua nella scrittura di Beppe Fenoglio. L’evento di sabato 14 luglio prende il nome da un estratto da Primavera di Bellezza. Il giovane Johnny, rientrando clandestinamente da Roma dopo l‘8 settembre 1943, alla vista del “suo” fiume si sente finalmente a casa. Verranno letti, inoltre, La Sposa bambina, Discorso sulle donne e Il gorgo: tre racconti di tono diverso che dimostrano l’abilità fenogliana di rivelarci storie complesse con efficace semplicità.

La musica, grande compagna dell’appuntamento, sarà alternata alle parole grazie ad
Alessandro Sipolo, cantautore bresciano accompagnato dalla chitarra di Omar
Ghazouli, e Mauro Carrero, cantautore «langhetto».

Facebook